Tu sei lei

Questo paese ha pochissime certezze: il Pd non vince le elezioni, Federico Buffa è il miglior commentatore sportivo di sempre, Ligabue spara il singolo giusto al momento giusto. “Tu sei lei” non è né “Quella che non sei”, né “Viva”. E’ una canzone d’amore: una di quelle del new deal lucianesco, quello che ha smesso di cantare amori maledetti tipo “Ba-ba-ba Barracuda” e si è messo a dire a “lei” cose che “lei” voleva sentirsi dire.

Alto livello, come sempre. Anche se non è l’Everest del cantautore di Correggio. Che invecchia bene e sembra sempre più un diciottenne. Se continua così, con quei capelli e quel look da boy band, il prossimo anno si presenta a X Factor e vince. Con Fede Poggipollini. Alla chitarra. E al cappello.